L’esperienza di Simone – ESC a Valencia


Mi sento come se il mio viaggio in Spagna fosse appena iniziato, tuttavia mi sono appena reso conto che un mese è già passato!

Con la collaborazione di tutti, è stato possibile evitare l'annullamento del progetto. La mia mobilità Erasmus+ avrebbe dovuto iniziare mesi fa, precisamente a marzo. Come molti altri progetti, è stata rinviata a causa della pandemia COVID-19.

In questo momento così buio avevo tonnellate di domande che mi giravano per la testa; la mia organizzazione d'invio AIM Agenzia Intercultura e Mobilità mi ha aiutato ad affrontarle tutte e mi ha preparato per bene prima di iniziare questa grande avventura. Inoltre il sostegno costante della mia organizzazione di accoglienza, Escola Sindical de Formació Melchor Botella (ESFMB), prima della partenza e qui in Spagna è stato fondamentale.

ESFMB è un'organizzazione no-profit che gestisce la formazione di tutte le persone che appartengono alla comunità Valenciana.

Il progetto di volontariato, che si chiama " ”Volunteering as a European inclusive strategy”, mira a creare nuove opportunità di lavoro per i giovani e fornire loro consigli e informazioni sulle attività svolte.

Con il diffondersi del covid, l’organizzazione ha introdotto lo smart working al fine di diminuire il grande afflusso di persone negli edifici di ESFMB. Temporaneamente svolgo le mie attività da casa 3 giorni a settimana e in ufficio i giorni rimanenti.

Ci è stato fornito tutto il supporto di cui avevamo bisogno per svolgere al meglio le nostre attività; Il nostro coinvolgimento nell'organizzazione è facilitato dal ruolo di tutor e del supervisore che hanno aiutato a migliorare la qualità del lavoro e per ambientarsi nella vita quotidiana del paese ospitante. Inoltre abbiamo a diposizione il supporto linguistico OLS per migliorare l’apprendimento della lingua spagnola.

Sto condividendo questa esperienza con altri due volontari europei, Natalia dall'Ungheria e Romain dalla Francia. Non ho potuto scegliere con chi condividere questa esperienza, e ad oggi possono considerarmi davvero fortunato!

Alloggiamo tutti in un appartamento condiviso situato a Xirivella, una tranquilla cittadina non troppo lontana dall'ESFMB la cui sede centrale è a Valencia.

Come volontari, pianifichiamo e organizziamo workshop e seminari. Utilizziamo la nostra esperienza per incoraggiare la partecipazione dei giovani locali ai futuri progetti SVE/ESC affinchè abbiano una migliore comprensione di cosa vuol dire fare volontariato all'estero. Questi incontri si tengono specialmente in inglese iper dare alle persone l'opportunità di praticare la lingua in modo non formale.

Ci incoraggiano anche a realizzare manifesti e iniziative per promuovere progetti europei per i giovani, scambi giovanili attraverso i social network.

So per esperienza diretta che vivere in un paese straniero può essere una sfida. Con il programma Erasmus+, ho l'opportunità di sperimentare Valencia ed esplorare la Spagna e al contempo avere tutta la sicurezza e il supporto che potrei desiderare.

Ho sempre amato la Spagna e volevo conoscere meglio la sua cultura. Non mi ci è voluto troppo tempo per abituarmici! Già mi sento a mio agio!

Vedo molte somiglianze con l'Italia, il modo in cui ci avviciniamo alla vita è più o meno lo stesso ed essere madrelingua italiano mi aiuta ad apprendere più velocemente lo spagnolo.

Voglio assolutamente approfittare di questa opportunità d'oro e quando questa esperienza finirà sono certo che avrò maggior familiarità con la lingua.


Ho ancora nove mesi di tempo davanti a me, e sono sicuro che faranno parte dei più straordinari della mia vita!


Simone

Featured Posts
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Archive

ASSOCIAZIONE AIM

Agenzia intercultura e mobilità 


 

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon

Sede legale: Piazza Gondar, 14 00199 Roma 

comunicazioneaim@gmail.com